20
Lug
2011

Il videogioco che cambia il mondo

Il videogioco che cambia il mondo
Claudia Pirani

Il videogioco può cambiare il mondo?

Questa è l'idea grandiosa della californiana Jane McGonigal sviluppatrice di videogame che pensa che giocare assieme e collaborare per raggiungere gli stessi obiettivi sia di aiuto nella realtà. Lei crea principalmente giochi sociali che favoriscono legami, fiducia reciproca, condivisione delle informazioni e cooperazione tra le persone, tutte virtù fondamentali anche nella vita quotidiana "reale".
Quando si gioca ad un videogame si è molto più motivati a raggiungere uno scopo rispetto alla realtà poichè le nostre abilità coincidono con il livello del gioco equando  troviamo possibili soluzioni per superare delle difficoltà subito abbiamo i feedback di risposta.
Tra i giochi da lei creati ci sono: A World Without Oil (i giocatori vivevano in un mondo colpito dalla crisi petrolifera e dovevano documentare con foto e video le soluzioni che avevano escogitato nella vita quotidiana per farvi fronte come per esempio andare in ufficio in bicicletta o a piedi, coltivare un orto, ecc.); The Lost Ring (i giocatori dovevano risolvere il mistero di sei atleti che avevano perso la memoria e si svegliavano in campi di mais in diverse parti del mondo. Avevano un unico indizio in Esperanto tatuato sul braccio: "trova l'anello perduto"); l'ultima sua creazione è Find the Future (un libro che diventerà una attrazione permanente e che chiunque con le proprie idee potrà contribuire ad ampliare).


 Ultime tesine e appunti caricati

Seguici su:
Seguici su FacebookSeguici su Twitter

 

© Tesine.net è una testata giornalistica online registrata al Tribunale di Ferrara con autorizzazione n. 4/11 del 10 maggio 2011 - Partita IVA: 04304390372